top of page

"VIRGIL ABLOH"

Virgil.jpg

"Abloh è interessante perché ha la grande dote di non fermarsi dopo aver avuto un’idea. Ha invece la sfrontatezza per provare a realizzarla, ed è pazzo abbastanza da credere che funzionerà."

- di Michael S.

Approccio Ready-Made al design fatto a mano di alcune Air Jordan - (Foto Nike)

"Designer"

Un designer è creatore e progettista di un'idea. Non importa se parliamo di scarpe, automobili o abiti. Questa è la migliore definizione per Abloh, che si muove dai Dj-Set con Travis Scott a Louis Vuitton, da Mercedes a Ikea.

HIghsnobiety Djset.jpg

Abloh durante un Set - (Foto Highsnobiety)

Ablohhhh.png

"Remixer"

Il tema centrale nelle idee di Abloh è quello di mescolare elementi che non erano mai stati accostati prima. Oppure trasformare cio' che è vecchio dandogli una visione nuova. A volte con una semplice impronta grafica, come nel suo primo progetto: PYREX VISION.

Fresco dello stage fatto da Fendi nel 2009 con l'amico Kanye West, Abloh si affaccia al mondo della moda con PYREX. Prende capi vintage di Lacoste e Champion e ci impone il suo logo per dargli una nuova vita raccontando una nuova storia.

 

Il progetto ha un discreto successo ma dopo un anno viene abbandonato. Si trattava delle prove generali per Off-White, l'idea che lo consacra a un successo globale.

Pyrex.png

Spot PIREX (2009)

Air J.png

Attraversare mondi diversi per connetterli è il principio chiave di Abloh. Questa filosofia funziona benissimo e Off-White, fondata a Milano nel 2013, è il brand che dà il via a una nuova idea di alta moda, che si "abbassa" al livello delle strade e veste i ragazzi ricchi della scena "street" mondiale.

La genialità del progetto sta nel dare una nuova visione a un design già visto. "Remix".

 

Abloh crea la Sua versione di pezzi storici come le Air Jordan di Nike, gli stivaletti Timberland, le Converse alte e tanti altri.

Off-White™

Schermata 2020-10-01 alle 16.22.44.png
Timb.png

Torna a salire "hype" e desiderio sfrenato per oggetti e design che erano diventati obsoleti. Gran gioia delle aziende i cui prodotti firmati Off-White prendono 10 volte il prezzo originale.

"LV"

Nel 2018 Abloh viene chiamato alla direzione creativa di Louis Vuitton, un'incarico che lo rende una figura istituzionale nel mondo della moda.

Dietro le quinte alla collezione autunno-inverno 19-20:

​​

"Performer"

La sua passione per la console nasce da giovanissimo quando mette su dischi house alle superiori e al college con l'alias “Flat White". 

Qui sotto sta aprendo il concerto di Travis Scott. A una certa (minuto 02:25), questo folle, mixa "So What" di Miles Davis con Migos, l'ultimo trapper della scena americana. Poi, procede a chiudere il set con un pezzo degli Aerosmith da brividi lungo la schiena.

 

Può non piacere un approccio così 'irrispettoso': "Oh no! Miles Davies e la trap no!"

Ma il mondo ha bisogno di provocazione!

In un'intervista Abloh dice:

“Amo suonare musica commerciale alle serate più sofisticate e mettere roba più ricercata agli eventi commerciali. Per connettere la cultura di due mondi diversi. Mi piace spezzare stereotipi e snobismi."

 

"Pop"

Come dice un commento sotto questo video: "In pratica hanno speso tutti 60 dollari per andare a sentire la loro playlist di spotify"

Abloh non ha messo niente di particolare. Tutte canzoni che fanno parte della cultura rap-pop americana.

Ma ogni singola persona in quella stanza cantava con tutta la forza che aveva in corpo. Hanno anche pogato a un certo punto (02:02).

L'effetto che fa tutta quella carica emotiva si sente eccome.

"Pop" non significa per forza "male" o "di bassa qualità". Non serve a nulla snobbare ciò che consideriamo di massa.

Guarda quanto si stanno divertendo lì dentro.

Non esiste un criterio oggettivo per valutare la qualità. Ognuno ha i propri canoni e questa cosa Abloh l'ha capita molto bene.  

bottom of page